Odisseo

Terrorismo religioso vs Filantropia terrorista. Come un Odisseo malvagio, l’Isis acceca il potente gigante.

 

A Kabul in Afghanistan, potrebbe esser una zona qualsiasi del medio oriente, l’isis (sembra) ha compiuto un atto di rappresaglia (sembra) contro una delle ONG più potenti e danarose: Save the Children.

Perfino l’Isis, che è di mente idiota ha dedotto che alcune organizzazioni si prodigano (nascoste dietro la somministrazione di cerotti e aspirine) a “monitorare e riferire” per poi “occupare e depredare”.

Qualche domanda dovremmo farcela:

Come mai in Italia, in Europa, accettiamo supinamente la presenza di organizzazioni (cosiddette) no-profit, senza approfondire le vere finalità?

E’ ragionevole pensare che l’ingerenza delle ONG in questioni etnico-tribali, possa danneggiare la popolazione locale e il mondo intero?  

Se l’Isis non avesse tra i piedi i “volonterosi carnefici delle tradizioni” (quali sono le ONG che occupano quei paesi) rinuncerebbe agli attacchi terroristici, è difficile capirlo?

Save the Children ha fatto della globalizzazione la sua ragione d’essere. La globalizzazione è uno dei motivi per cui si verificano gli attentati terroristici.  Vittime e complici allo stesso tempo?

L’uso della violenza è sbagliato, ma è sbagliato diffidare dei sistemi filantropici? Se essi sono specchietto per sovvertire politica/economia/società è sbagliato tentare di fermarli?

Né con l’Isis, né con le ONG, sto con il mio Paese. Atto criminoso?

Stato nello Stato

Dominatori incontrastati…. si parla delle bande dei Cartelli? No, sono le ONG impegnate nel Mediterraneo.

Torno sul tema ONG, la maggioranza -quelle operanti nel Mar mediterraneo- calpestano le regole del Paese che li ospita. Nascoste dietro l’ombrello della “neutralità internazionale”, seguono il modus operandi dei Narcos sudamericani. Ecco come sono pericolose e vincenti.

I tre punti strategici:

  • Impongono uno Stato nello Stato, che non riconosce nè legge nè diritti, se non i propri.
  • Prosperano in collusione di media corrotti -come le mafie dei colletti bianchi- che le difendono dagli attacchi, fanno da blockers alle inchieste, nascondono le finalità dell’ONG stesse.
  • Dirigono dal mare la pesca di “migranti”, saturando la sorveglianza da parte dello Stato, così da aiutare i “big boss” nel traffico di merci/sostanze illegali.

Rimane un quesito: le ONG sono idolatrate, i Narcos sono criminali, qual’è la differenza?

Nel prossimo articolo: i Narcos non ricevono donazioni, le ONG si.
Con quei soldi hanno la porta per l’Inferno. Il contatto tra offerte e criminali.