::cck::207::/cck::
::introtext::

Pag.13 degli Esercizi 2014, secondo capitolo del Libro della Sapienza:
Come si attiva la dinamica dell’ostilità verso Cristo? Nel non riconoscere l’”istintiva resistenza”. Quella che ci porta a dire: sappiamo tutto di lui, oramai. E’ come se dicessimo: è un rapporto esaurito. Non esiste più il Mistero, non sussiste la corsa per afferrarlo. Ci si accontenta, si è fermi lì, questa è l’autentica sconfitta (la ribellione dell’uomo a Dio).
 
In alternativa alla ribellione (il “conosciamo tutto di Lui”) ho trovato un passo vibrante, con cui si enfatizza la corsa, anzi il salto dell’intrepido (pag 17):  “Scoprire il cielo, dentro i tuoi occhi. Occhi di cielo non abbandonarmi in pieno volo”.
 
Frase così musicale che sembra presa da una canzone rock, incandescente. Bellissima.
 
Di nuovo, giganteggia il Mistero. 

::/introtext::
::fulltext::::/fulltext:: ::cck::207::/cck::

Il Libro della Sapienza

Potrebbe anche interessarti