Ricche, gloriose, scintillanti, gli aggettivi giusti per le ONG. Fino a poco tempo fa invincibili.
Ma le cose stanno proprio così?

“Anche gli Dei sanguinano” è l’affermazione chiave del film 300.
Lo grida Leonida, contro Serse -i suoi poteri- all’apparenza invincibili, sfolgoranti in tutto.
Mi è venuto in mente la frase di Leonida, assistendo alla capitolazione del malaffare: le ONG impegnate nel Mediterraneo.
Anche loro possono essere battute?
Sembravano invincibili, nascoste dietro egidie pro-sbarchi, pro-pace, pro-infanzia, in realtà sono pro-miliardi e stop.
Sono state accerchiate, scoperte: la colpa è insita nelle loro stesse bugie?

Il vaso di Pandora, il mondo di zucchero e pailettes che dicono di contenere (pensieri dolciastri di beneficenza mondialista) si è frantumato nella granitica verità: le ONG curano interessi di nazioni vs nazioni. Sono pagate profumatamente.
Altro che Pandora: basti dire che le navi della “solidarietà” hanno un costo enorme a livello di impatto ambientale; continuano a sfruttare le disgrazie di quegli avventurieri che raccattano dall’acqua. Ma perché? Cosa le spinge, addirittura a trattare con i terroristi (per esempio il sodalizio con gli scafisti)?

Le ONG vogliono delineare nuove leggi del mare. Che siano approvate da Bruxelles, e un domani utilizzarle in altri ambiti. Interessi privati e interessi nazionali: money, money, money.
Dove sentiamo parlare di “costruzioni di ponti”, statene certi, la fregatura è assicurata.

Il CEO di un noto ente “benefico” ha rilasciato un’intervista su l’Espresso. Assicurava:
“Noi nel fare il nostro operato non commettiamo violazione. Noi non percepiamo alcun benefit” concludeva “La nostra è una missione di soccorso”.
Colpiva l’aspetto tronfio e a tratti difensivo. Di chi si sente preso in trappola.
Dal ruolo di ricco pescatore ci si trova infilzati all’amo.
Troppo fiducia nel credersi intoccabili?
E’ bene denunciare i movimenti delle ONG nel mediterraneo, disincentivare le donazioni, aprire gli occhi alle persone, che in buona fede, contribuiscono alla loro egemonia sul mare.
Perché si, gli Dei possono sanguinare, ma se non abbattuti sono pericolosi.

Gli dei

Potrebbe anche interessarti