La pandemia ha descritto una umanità in crisi, impaurita, ma anche di buona volontà.
Qualcuno ha detto: il Covid è il diavolo rivelato alla scienza, il principe infernale ad uso del non credente.
Il mondo ha seguito la lotta tra il cosiddetto bene (la ricerca scientifica) e il male (il Covid), fuori dagli schemi religiosi, donando ai ricercatori il ruolo di moderni “esorcisti”.
Come per l’esistenza del diavolo (quello vero), affrontare il Covid è stato arduo perché la sua stessa esistenza era messa in dubbio (“solo un raffreddore” cit. Zingaretti), oppure si scivolava nell’integralismo (i milionari che si seppellivano dentro i bunker); la gente continuava a vivere utilizzando i “dispositivi di sicurezza personali” (guanti e mascherina, che rappresentavano la croce e acqua benedetta dell’iconografia cristiana) con la speranza che il diavolo-Covid sparisse al più presto.

Da ciò ne è scaturita una scienza “ridimensionata”, che ha perso la sua baldante “alterigia” verso le religioni.
Se aveste parlato, prima del virus, con un sostenitore della scientismo, o con un fautore dell’ io iper-razionale (“se non c’è spiegazione, non esiste”) avrebbero enunciato che la scienza fornisce sempre una risposta affidandosi a dati incontrovertibili.
Ma le cose sono cambiate.

Diamo un occhiata ad alcuni dati “stabili e incontrovertibili”.
Autorità sanitaria: “mascherine e i guanti servono a contrastare il virus”.
Autorità sanitaria: “mascherine e i guanti potrebbero non servire a contrastare il virus”.
Autorità sanitaria: “lavarsi spesso le mani con prodotti specifici debella il virus”.
Autorità sanitaria: “non occorrono prodotti specifici per debellare il virus”.
Autorità sanitaria: “l’assembramento in riva al mare è vietato per rischio di pandemia”.
Autorità sanitaria: “il mare e lo iodio neutralizzano naturalmente il virus”.
Autorità sanitaria: “il Covid 19 miete ancora vittime”.
Autorità sanitaria: “il Covid 19 è sparito”.
Quanti esempi vi vengono in mente?

Possiamo continuare all’infinito ma è urgente dire questo: la ricerca scientifica non comprende cosa accada al mondo, poiché piaccia o meno, si creda oppure no, è il Mistero a dominare il mondo.
La presunzione umana, che tutto vuole spiegare, ha fallito miseramente.
Gli atei hanno gettato “alle ortiche” le religioni, sperando di allontanare i suoi protagonisti: Il Covid-19, moderno diavolo del caos, ha risposto battendo un colpo.

Dati stabili

Potrebbe anche interessarti