SAMIRA il fumetto

Una domanda attuale, lecita, scandalosa… a cui nessuno sa rispondere.

Sul sito Moskplace,com (clicca QUI) puoi scaricare GRATIS il fumetto Samira (storia e soggetto di Federico Bason, disegni di Alfredo Pompilio).

INFO:

– Samira sarà disponibile anche in formato cartaceo, con possibilità di vincerne una copia tramite contest (10 unità totali, da metà settembre).
– Vaucher/copie gratuite saranno spedite a redazioni di giornali e personalità della politica e della cultura.
– Vaucher/copie gratuite verranno distribuite presso alcuni licei di Roma (da metà settembre).
– Modalità e tempistiche saranno riportate sulla pagina Facebook di Samira.
Se avete domande o richieste, mandatemi una email o un messaggio tramite pagina ufficiale Facebook, grazie.

Federico Bason

 

Sulla giustizia di Dio, e sul significato di Samira.

Nulla è più sconvolgente per un cristiano (anche per un ateo?) che la propaganda sui ponti, il mostruoso business della cosidetta’”accoglienza”.
Nascosti dietro parole innocenti come ponti e solidarietà, si vuole imporre il Male, ciò che ha in serbo per noi.

Principalmente due condizioni: schiavismo per i migranti; suicidio o disperazione per gli italiani (e per tutta Europa).

Viene da chiedersi: perché alcuni religiosi, alcune nazioni d’Europa, sono complici di un tale abominio?
La risposta non la troverete sui giornali. Non perchè sia proibita o segretata, ma è così terrificante, che causerebbe la follia, di coloro che ne siano esposti.

Qualcuno dirà: è una questione di soldi, in ballo ci sono interessi economici. Cos’altro?
L’accumulo spropositato di denaro è un pretesto: gli alfieri del Male tramano per condurre l’inferno tra i vivi.

La guerra civile in Italia, la ribellione dei clandestini, la supremazia dell’Isis, l’Europa schiava dell’ONU, sono le piaghe iniziali che lo Stige diffonderà: uno tsunami di fuoco –se non interverremo- calerà sulla terra.
Allegorie? Superstizioni?
No, l’Occidente in fiamme è la sharia che divampa oscura.

Ma c’è un segno che fa ben sperare. La teodicea.

Lui, che in nome del libero arbitrio ha permesso che l’uomo dimenticasse Suo Padre, ora reclama giustizia. Una storia che squarcia il velo delle bugie.
Grazie a Lui, possiamo riconoscere i pozzi avvelenati, respingerli e abbeverarci all’acqua del creato, pura, cristallina.
Ciò che viene dal Cielo è sempre GRATIS, non chiede pegno, non è sul libro paga –siano maledette- delle ONG del mare.

La teodicea è il principio di giustizia che Dio impartisce all’uomo, dopo tanto caos arrecato dal male, Cristo ci libera, ci parla. Lo fa con gratuità.

Utilizza un messaggio concreto, immediato, come sa essere un fumetto.
L’umanità venduta al profitto riuscirà a cogliere il senso?

Siamo impegnati a dubitare, di chiunque, di noi stessi, come potrebbe Dio credere in noi?
Samira è la prova della fiducia che riponiamo in Lui, è un senso di appartenenza.

 
La lettura è adatta a tutti e a tutte, permette di riconoscere il malvagio, i suoi oscuri piaceri.
Eleva la ribellione individuale ad una presa di coscienza.
Se confidi nel Mistero, quest’opera sarà parte di te, del tuo credo, farai parte –finalmente- di una verità senza ponti e senza bugie.

E’ un privilegio di cui non siamo degni. Ma è Lui a volerlo.
Ognuno sia chiamato, secondo coscienza, a combattere in Suo nome.

 

Le O.N.G. e le COOP sotto le spoglie dell’accoglienza portano un futuro di violenza e disperazione. E’ giusto farle arricchire?

 

 

Silent Hill – 4

Foto by Federico Bason; Come mi immagino l’inizio del sentiero, da qui a Silent Hill
Foto by Federico Bason; Come mi immagino l’inizio del sentiero, da qui a Silent Hill

“Sentiero per Silent Hill”, una poesia di Federico Bason

 

Prendimi la mano
non temere,
immensa la nebbia
non cadere,
segui il sentiero
lei ti appare,
silente città
è da sognare.

Fa parte di un lago
richiama l’inconscio,
Ti porta nel buio
scendi più a fondo.

Per le colline bramose
informe la pace
muta le vie
in passioni stregate

Creature morbose
nascoste dal fiele
sono schiave e
padrone,
al fato crudele
non danno perdono,
senza timore
su vita e su morte
hanno ragione.

Svelta
senti le grida
comincia la festa,
Aspetta
Piramide cerca
catene e sirene,
Fuori
la strada crollata
è in muta tempesta.

Ecco gli sposi:
matrimonio dell’io
tra la nebbia e il suo Dio,
se solo vedessi
nelle case infestate
il santo col male
stringersi in pace,
non vorresti davvero
esser catturata
da una fede affamata.

Ma non temere
prendimi per mano,
con me
nella città silente
devi restare,
dentro lei
per sempre
riusciremo
a tornare.

Rose di SH il film (2006)
Rose, protagonista di SH il film (2006)

Regalo più bello (testo)

Altra sfida sul canto, musica, fantasia, eccetera.

Dopo “Eterno amore”, qui il mio secondo brano:
“Regalo più bello”

Musica, testo, voce di Federico Bason
Backchorus: la mogliettina.

Nota Bene: Tutti i diritti riservati. L’autore permette a terzi la diffusione della propria opera, a patto che venga sempre indicato il suo nome come autore (clausola attribuzione), che non vi siano guadagni da parte di chi diffonde l’opera (clausola non commerciale) e che l’opera non venga manipolata per effettuare opere derivate (clausola non opere derivate).

DOWNLOAD PER TESTO + ACCORDI CHITARRA/PIANO

 

 

Autore

L'autore in una foto campestre 1
L’autore in una foto campestre 1

Sono Federico Bason, classe 72, mi occupo della domanda che ruota intorno al Cristianesimo.
Il blog, le opere contenute, fanno brillare il Mistero, attraverso desideri apparentemente lontani.

L’impegno irriducibile è vivere di aspirazioni: videomaker principalmente, scrittore temporaneamente, musicante speranzosamente.

Sulla questione dei contributi: in primis Giussani e Sant’Agostino.

Del primo mi piace l’andare a fondo nella ricerca del Vero; del secondo mi piace la chiarezza spirituale degli aforismi.

Inoltre Nietzsche, Poe, Lovecraft, King, Tolkien, Hitchcock, Spielberg, Kubrick, Stone, Polanski, Allen, Verhoeven, K. Toyama ed altri.

Ammiro il Partito Repubblicano Americano. Spero che in Italia destra/centrodestra daranno vita al GOP nostrano. Vorrei che il Secondo Emendamento fosse legge anche qui.

Preferisco le radici giudaico-cristiane ai “ponti”: sono contrario alla Sharia, guardo con sospetto all’espansione islamica in Occidente. 

 

 

L'autore in una foto campestre 2
L’autore in una foto campestre 2