I Diari di M.O.S.K. in download GRATIS

Finalmente la verità su Jihad e immigrazione, per mano di uno dei suoi protagonisti
Finalmente la verità su Jihad e immigrazione, per mano di uno dei suoi protagonisti.

 

In download GRATIS. Clicca QUI.
GRATIS

Qui la pagina ufficiale Facebook.

Guarda i Teaser per comprendere i messaggi nascosti nei Diari:
primo teaser;   secondo teaser;  terzo teaser;  quarto teaser; quinto teaser;

I Diari di M.O.S.K. sono una raccolta di poesie sulla fatwa contro l’Occidente.
I testi di Abdul Alhazred hanno oscuri protagonisti: clandestini, terroristi, finti profughi, falsi italiani.
Federico Bason, curatore dell’opera, si è adoperato perché giungessero senza censure, al grande pubblico.
I Diari rappresentano un monito del pericolo che l’Europa sta subendo, a causa del terrorismo e l’immigrazione selvaggia.

 

Eagles of Death (2)

jess in cammino
Jesse nel dopo Bataclan, i fiori ricordano la follia di un Europa senza frontiere.

 

Sarebbe da scrivere un trattato, su quanto il pensiero unico stia soffocando la libertà di parola. Ora più che mai.
La scure della censura è caduta sugli Eagles of Death Metal, rei di rivendicare -per sé stessi e gli altri- la legittima difesa.
Tutto qui: pensate che scandalo.
La reazione (durissima) dei pacifinti è immediata: cancellate le date francesi degli Eagles, ed è solo l’inizio. Per la band trovare ingaggi, in Europa e altrove, sarà difficile.

Viene da chiedersi se i criminali sono coloro che combattono per una fede (sbagliata) o chi vuole soffocare il libero pensiero, comincio a nutrire dei dubbi…
I censori certo imponendo il silenzio, si fanno complici della strage del Bataclan. Anzi, quei ragazzi li hanno uccisi loro, per la seconda volta.

Nell’Occidente “arcobaleno” la cultura gender, la compravendita di bambini è la prassi, ma guai a pensare alla vita. Questa è la sfida, al netto delle ideologie: la cultura della morte contro la salvaguardia della vita.

Pensate: il cantante pluri-blasonato Springsteen ha cancellato alcune date del tour per –pensate un po’- solidarietà ai trans, la cui pretesa è appropriarsi di tutti bagni pubblici, sia maschili sia femminili. Capirete che di fonte ad una questione così, ogni problema dell’umanità scompare.
Risultato per il boss: esaltato su tutti i mezzi di comunicazione.
Dall’altra parte del coro, Jesse Hughes, leader degli Eagles sulla certezza che ognuno rischi la vita, a causa del terrorismo, ha ribadito:
“So che in molti non saranno d’accordo con me, ma quella notte (riferendosi alla strage del Bataclan) le pistole potevano rendere le persone uguali. E mi fa schifo che le cose stiano così. Perché non ho mai visto morire una persona che aveva un’arma, e voglio che tutti possano averne una. Ho visto morire persone che forse avrebbero potuto vivere”.
Risultato per Hughes: Tour annullato, disprezzato come il peggior facinoroso.

E’ vero: la milizia islamica farà di nuovo tiro al piccione con tutti noi. Ancora, ancora e ancora.
L’Occidente è troppo impegnato a proteggere l’Europa delle banche, la cultura gender, l’immigrazione selvaggia. Queste le sue priorità.
Interessi immensi entrano in gioco. Regole assurde nella partita: pensi con la tua testa, dunque sei fuori; puoi parlare ma attento a non farti ascoltare.

Smettete di leggere, io la smetterò di scriverne, gli Eagles la smettano di cantare. Dobbiamo farlo.
Per la tolleranza, la misericordia, per un mondo più giusto.
Poi pazienza se finiamo morti ammazzati.
Ne vale pena?
Secondo me no.

fonte: “LaRepubblica”