Trump

flat,1000x1000,075,f.u1

E’ stato qualcuno dello staff di Trump,
E’ stata qualche vecchia suola di Roma,
tutti hanno narrato storie artificiose.
Ecco perché Trump e papa Bergoglio non si sono capiti: descritti, dai rispettivi consulenti, in maniera apocalittica.
Un Papa ecologista, viene percepito come di sinistra.
Trump viene additato come “non cristiano”.
Invece è da qui che si dovrebbe ripartire, da un nuovo Cristianesimo: al posto di scegliere il solito “speriamo bene”, si può cambiare tutto e subito.
Invitare gli altri a fare lo stesso.
I muri che si dovranno costruire (in America e anche in Europa) non sono per dividere ma servono per guardarsi dentro.
Aiutano a migliorarsi.
Trump è il candidato ideale dei Cristiani di tutto il mondo.

Fassina contro i suoi

 

Mai avrei pensato di iniziare il primo articolo parlando di Fassina, ma tant’è. In questa epoca di folli, in cui la sinistra è mossa dagli interessi dell’eugenetica e della sperimentazione umana, Fassina rimane uno dei pochi, tra i post-comunisti, che prende le distanze dalla nuova schiavitù femminile, dicasi utero in affitto.
Comincio così, rendendogli merito, perché Cristoria non è un blog partigiano.
La speranza è che tutti gli uomini savi, di destra e sinistra, respingano tale orrore.

Fonte:
http://mobile.avvenire.it/Politica/Pagine/No-a-surrogata-battaglia-di-sinistra-.aspx

Accade veramente

peluche

Secondo articolo sul “gender life”, il primo era sulle orride fotine arcobaleno.

Qui parlo dei pericoli che si annidano negli asili.

Bisogna combattere la volontà di alcuni di sessualizzare bimbi di 4,5,6 anni.

Con la parola “gender” si nasconde quel che accade veramente, con la compiacenza di educatori e politici.

Stanno girando dei libri che sembrano innocui, colorati, simili a testi didattici, che propongono giochi erotici ai bambini, per i bambini.

Si invita il fanciullo/a a cambiare sesso o a non sentirsi definito nella propria sessualità.

In svezia sono stati portati in asilo falli e vagine di peluche, per far sperimentare il cambio di attributi.

Il tutto sotto lo sguardo di adulti complici che, evidentemente, godono dello “spettacolo”.

E’ l’inizio di una legalizzazione della pedofilia, oppure cos’è?

 

Sistemo (pian-piano) tutto

Doveroso un ringraziamento all’amico Andrea, che mi ha tolto di impaccio: sono stati recuperati 4 anni di blog, di bellezza cristiana,  rigorosamente anticonformista, come sempre è chi vi scrive.

Sistemerò con calma (calmissima) tutto quanto, rimettendo i tags.

Al momento è in finalizzazione il Thriller “Resurrezione”, e il Fantasy sensuale “L’Anima le chiede”.

Far uscire due prodotti insieme, così diversi, equivale ad un suicidio, però la storia di Claudia (L’Anima le chiede) mi ha preso/sorpreso, quindi sarebbe stato un delitto non viverla.

Seguite il blog e combattete nel nome di Cristo Re, allora voleremo insieme 😉

Fede

 

signorine

le due pacifinte

Le “signorine” stanno tornando.

Dopo che milioni di euro sono stati utlizzati, per pagarne il riscatto.
Non ce lo dicono: quanto, come. Perchè uno si sentirebbe male a sapere la cifra.
Sicuro, perchè quelli sono soldi nostri. Tasse. Un riscatto pagato con soldi delle nostre tasse.
Guai, che ne so, a non vidimare il biglietto della metro, non sia mai che togli 2 euro allo Stato.
Se lo fai, lo Stato ti fa il cuXo. E’ sicuro: dalle multe fino a Equitalia.
Sono le regole, bellezza. O così o così.
Ma per le “signorine”, no. Le regole non funzionano.
Per loro, le bravate (loro) le paghiamo noi. Paghiamo caro.
Abbiamo finanziato i terroristi. Semplice no?
Abbiamo pagato la jihad, per la fregola tardo adolescenziale di due “signorine”.
Abbiamo messo a rischio le ambasciate, i diplomatici, gli 007, per la loro voglia di???
Che affare abbiamo fatto!
Dite alle signorine, che se vogliono far del bene, venissero alla stazione Termini (Roma)
a raccogliere un pò di barboni, di poveracci. Per strada ce ne sono una “marea”.
Allora si che dovrebbero essere aiutate.
Ah già, le signorine lì non ci vanno perchè….
….perchè? Non vogliono far del bene?
Eh, no. Vogliono combattere a fianco della Palestina.
Si accomodassero, ma senza riscatti, senza soldi.
Non come adesso, che ci hanno reso complici delle loro bravate.
Forzosamente. No, non voglio pagare, non debbo pagare.
Stanno tornando…. il mondo gira all’incontrario.